Architetti

architetti

La professione di architetto è senza dubbio affascinante e complessa allo stesso tempo, comportando grande responsabilità e serietà nel suo svolgimento, sia nei confronti del committente che del paesaggio naturale e del patrimonio architettonico modificato o creato a seguito dell’intervento dell’uomo. Architetto è anche sinonimo di creatore e solo questo dovrebbe essere sufficiente a coglierne il valore intrinseco.

L’architetto è il professionista, laureato, abilitato ed iscritto all’albo come previsto dalla legge, che progetta la costruzione, il restauro o l’arredo di edifici. La legge italiana riconosce prerogative equivalenti a quelle degli architetti anche agli ingegneri civili o edili regolarmente iscritti al rispettivo ordine, per quanto riguarda l’esercizio della professione. Rimane campo esclusivo dell’architetto l’intervento su manufatti storico-architettonici vincolati dalla legislazione specifica.

In generale, la necessità di legge nel rivolgersi ad un architetto libero professionista nasce quando si vogliano realizzare modificazioni della consistenza, della planimetria, della volumetria, dei prospetti o della sagoma di qualunque fabbricato esistente o, evidentemente, nei casi di realizzazione di nuove costruzioni. Si tratta dunque, nei casi di maggior frequenza, di tutte quelle operazioni che sono note con il termine di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, ristrutturazione urbanistica, ampliamento, frazionamento, modifiche strutturali od impiantistiche, ad esclusione della sola manutenzione ordinaria. Altri professionisti del settore edilizio sono il geometra ed il perito edile, che però hanno varie limitazioni rispetto ad architetti ed ingegneri, anche a seguito di un diverso e più breve percorso di studi.

Esistono diverse categorie di architetto. Le più conosciute e diffuse sono l’architetto edile, quello d’interni, il bio-architetto (che si occupa di costruire case ecologiche), l’architetto del paesaggio, il pianificatore ed il conservatore/restauratore.

L’architetto lavora quasi esclusivamente come libero professionista, eventualmente in associazione con altri. Alcuni possono risultare dipendenti di colleghi titolari di uno studio oppure di imprese edili che abbiano costantemente bisogno di una figura del genere. Il termine “architetto” è oggi utilizzato anche in senso estensivo, per indicare chiunque si occupi di riorganizzare ed ottimizzare il funzionamento di una struttura, anche virtuale. E’ il caso del cosiddetto “architetto dell’informazione” che opera nel settore dei domini internet, con l’obiettivo di favorire la reperibilità, funzionalità ed usabilità del dominio stesso…ma l’architetto “per antonomasia” ovviamente resta un altro.