Imposta di registro: le clausole penali contenute nei contratti di locazione

Imposta di registro: le clausole penali contenute nei contratti di locazione

Le clausole penali vanno qualificate quali “negozi collegati” con la conseguenza che, ai fini dell’imposta di registro, vanno tassate secondo le modalità di cui al secondo comma dell’art.21 del TUR (DPR 26/04/1986, n.131). La decisione della Commissione Tributaria Per spiegare in altre parole ciò che su scritto, siccome le clausole penali non possono sopravvivere autonomamente non sono assoggettabili ad imposta di registro. Questa è la conclusione a cui è pervenuta di recente la Ctr di…

Leggi di più

Si può fare? Breve guida alla Chirurgia e Medicina Estetica

Si può fare? Breve guida alla Chirurgia e Medicina Estetica

L’8 Settembre alle 19.00, nel cuore della 77esima Mostra del Cinema di Venezia, l’Hotel Excelsior, nel pieno dell’evento della Mostra che si terrà dal 2 al 12 settembre, il dottor Juri Tassinari, chirurgo plastico ed estetico, presenterà il suo primo libro: Si può fare? Breve guida alla Chirurgia e Medicina Estetica. Il libro Il libro è un agile ma completo vademecum per chiunque voglia ricorrere alla chirurgia plastica. Racchiuse fra un’estrosa prefazione a opera del dott. Andrea Sales e le conclusioni, si trovano le descrizioni degli interventi più comuni e le…

Leggi di più

Dr.Tommaso Lupattelli premio come eccellenza medica

Dr.Tommaso Lupattelli  premio come eccellenza medica

Dr. Tommaso Lupattelli: Nessun taglio, nessun bisturi. Il Dr. Tommaso Lupattelli interviene così, con l’embolizzazione, su pazienti con varie patologie, rendendo loro la vita molto più semplice. I pazienti affetti da fibroma uterino, fibromatosi uterina, adenomiosi, varicocele maschile e femminile, emorroidi, adenoma prostatico, malformazioni vascolari possono così affrontare gli interventi con grande serenità. Tommaso Lupattelli: Embolizzazione tecnica mini invasiva che restituisce serenità Il Dr. Tommaso Lupattelli studia, sviluppa e diffonde su larga scala per primo…

Leggi di più

Antiriciclaggio: obblighi di adeguata verifica in caso di apertura di partita Iva

Antiriciclaggio: obblighi di adeguata verifica in caso di apertura di partita Iva

In quest’ultimo periodo, tra i miei collegamenti di Linkedin si stava discutendo molto sul contenuto di una risposta fornita il 15 luglio del 2019 in materia antiriciclaggio da “Il Sole 24 Ore” con la sua rubrica l’Esperto Risponde. Nello specifico, la redazione del quotidiano rispondeva a due domande poste da un lettore: la prima riguardava l’obbligo, per il commercialista che assisteva il cliente per il solo invio telematico del modello AA7 o AA9 necessario all’apertura…

Leggi di più

Antiriciclaggio, quello che il professionista deve sapere per decidere se inoltrare una SOS

Antiriciclaggio, quello che il professionista deve sapere per decidere se inoltrare una SOS

La SOS è senz’altro l’obbligo madre della normativa AR (Antiriciclaggio) rispetto alla quale risultano propedeutici tutti gli altri adempimenti che la stessa normativa pone in capo ai professionisti. Del resto, non poteva essere diversamente considerato che la normativa AR è: una norma di contrasto e prevenzione del riciclaggio e del FDT (Finanziamento del Terrorismo), e che la segnalazione; uno strumento idoneo al raggiungimento di tale finalità. La decisione è individuale E’ importante porre attenzione ad…

Leggi di più

Antiriciclaggio: l’individuazione del responsabile degli adempimenti negli Studi Professionali

Antiriciclaggio: l’individuazione del responsabile degli adempimenti negli Studi Professionali

Potrebbe apparire strano ma ancora oggi, ad oltre 10 anni dall’entrata in vigore della disciplina antiriciclaggio, vi sono numerosi professionisti che mostrano reticenza nell’accettarne la convivenza. Questa ostilità, che spinge a non dedicare il giusto tempo all’assolvimento degli adempimenti in materia, è motivo di errato apprendimento di una normativa che, invece, se solo si accettasse di adempiere non per la paura di incorrere in sanzioni, ma bensì per la volontà di collaborare concretamente al tentativo…

Leggi di più

L’incarico all’agente immobiliare evita il comodo

L’incarico all’agente immobiliare evita il comodo

Ai fini dell’applicabilità della disciplina sulle società di comodo, non è verosimile che la decisione di tenere sfitto un immobile dipenda dalla volontà del contribuente.  Le decisioni della Commissione Tributaria Non può essere considerata di comodo la società che dimostra, tra l’altro, di aver regolarmente locato a un soggetto terzo l’immobile di proprietà. Inoltre, il provvedimento di diniego del Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate sulla disapplicazione della disciplina delle società di comodo è un atto…

Leggi di più

Il diritto al rimborso delle Euroritenute

Il diritto al rimborso delle Euroritenute

Sono molte le persone fisiche italiane che detengono all’estero, in modo particolare in Svizzera, attività finanziarie come quote partecipative o azioni. Tali attività generano proventi che, in alcuni casi a causa della complessità o incompatibilità delle disposizioni tributarie, potrebbero finire col subire un’imposizione fiscale superiore a quella normativamente prevista. Per evitare che questo accada è necessario che il percipiente presti particolare attenzione o comunque si rivolga a dei professionisti. La voluntary disclosure Un caso tipico…

Leggi di più

Il rimborso dell’imposta preventiva Svizzera

Il rimborso dell’imposta preventiva Svizzera

Sono molti gli italiani che detengono all’estero attività finanziarie, come quote partecipative o azioni. Tali attività generano proventi che, in alcuni casi, subiscono una doppia imposizione fiscale, in quanto vengono tassati una prima volta alla fonte e successivamente nel Paese di residenza del percipiente. Per evitare che ciò avvenga, tra molti Paesi (Comunitari e non), esistono delle Convenzioni contro le doppie imposizioni. In questo articolo verrà trattato il caso della maggiore imposizione fiscale che subiscono,…

Leggi di più

Contratto preliminare, quando obbliga al contratto definitivo?

Contratto preliminare, quando obbliga al contratto definitivo?

Il contratto preliminare, anche noto come compromesso, è l’accordo mediante il quale due o più parti si obbligano a stipulare un contratto definitivo. Le ragioni per le quali si decide di concludere un preliminare sono le più varie: può accadere che chi ha intenzione di comprare un immobile non disponga della somma di denaro necessaria e sia in attesa della risposta della banca per il mutuo ovvero che il futuro venditore sia ancora alla ricerca…

Leggi di più
1 2 3 4