Difendersi dalle ingiuste cartelle esattoriali: alcuni segreti

Difendersi dalle ingiuste cartelle esattoriali: alcuni segreti

Tra gli emendamenti al Decreto di Agosto, purtroppo, non ha trovato spazio la proroga della sospensione dei pagamenti delle cartelle esattoriali. Questo sta a significare che, salvo un’ulteriore moratoria dell’ultimo minuto, dal prossimo 15 ottobre ripartirà l’attività di riscossione coattiva dell’Amministrazione Finanziaria la quale potrà riprendere a notificare cartelle e atti di riscossione. Considerato che l’attività di riscossione è stata congelata per quasi tutto il 2020 grazie ai provvedimenti anti-crisi da COVID19, quello che si…

Leggi di più

Come difendersi dall’errata SOS Antiriciclaggio

Come difendersi dall’errata SOS Antiriciclaggio

Se le valide ragioni che hanno indotto un destinatario della normativa antiriciclaggio a commettere un errore in fase di trasmissione della SOS (segnalazione operazioni sospette) che ha, ugualmente, raggiunto lo scopo, vengono evidenziate adeguatamente nelle osservazioni inoltrate al Mef, quest’ultimo non emetterà il decreto sanzionatorio. E’ questa la conclusione positiva di un’attività di assistenza in materia di pre-contenzioso con la quale si è evitato che un professionista si ritrovasse a dover pagare un’ingiusta sanzione contestata…

Leggi di più

Sospensione dei termini in caso di prescrizione

Sospensione dei termini in caso di prescrizione

La sospensione semestrale dei termini di prescrizione prevista dalle disposizioni sulla definizione dei ruoli non vale per l’intero universo dei contribuenti. E’ questa la conclusione a cui è pervenuta di recente la CTP di Milano con la sentenza n. 4270/2019 del 27.11.2019 nella quale viene affermato che “La riscossione dei carichi di cui al comma 618 resta sospesa (per coloro che sono impegnati in queste attività) fino al 15 giugno 2014 e per il corrispondente…

Leggi di più

Bonus Pubblicità 2019: come richiederlo

Bonus Pubblicità 2019: come richiederlo

Il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari di cui all’art.57-bis del DL 50/2017 è operativo anche per il 2019. Ciò è quanto previsto dall’art. 3-bis del DL 59/2019 che ne ha trovato le coperture finanziarie. Infatti, nella versione normativa previgente, era prevista soltanto la copertura finanziaria per gli investimenti pubblicitari effettuati nel biennio 2017/2018. Cos’è il “bonus pubblicità” Si rammenta che il bonus pubblicità altro non è che un credito d’imposta sugli investimenti incrementali in…

Leggi di più

Antiriciclaggio: obblighi di adeguata verifica in caso di apertura di partita Iva

Antiriciclaggio: obblighi di adeguata verifica in caso di apertura di partita Iva

In quest’ultimo periodo, tra i miei collegamenti di Linkedin si stava discutendo molto sul contenuto di una risposta fornita il 15 luglio del 2019 in materia antiriciclaggio da “Il Sole 24 Ore” con la sua rubrica l’Esperto Risponde. Nello specifico, la redazione del quotidiano rispondeva a due domande poste da un lettore: la prima riguardava l’obbligo, per il commercialista che assisteva il cliente per il solo invio telematico del modello AA7 o AA9 necessario all’apertura…

Leggi di più

Dove trovo i soldi se la banca non mi finanzia? Soluzioni alternative al finanziamento bancario per le imprese

Dove trovo i soldi se la banca non mi finanzia? Soluzioni alternative al finanziamento bancario per le imprese

In tempi di congiuntura negativa e crescita asfittica dell’economia nazionale le piccole e medie imprese, tendenzialmente sottocapitalizzate ed ancora poco votate all’internazionalizzazione, fanno sempre più fatica a reperire dal sistema bancario risorse per finanziare gli investimenti e, soprattutto, a farlo a tassi d’interesse convenienti. Le banche, però, sono responsabili di questo fenomeno solo parzialmente: l’intero sistema purtroppo è stato costretto ad adeguarsi ai requisiti sempre più stringenti di capitale e liquidità imposti dalla disciplina del cd. Basilea III.Tale disciplina rende difficile, ad esempio, per…

Leggi di più

Antiriciclaggio, quello che il professionista deve sapere per decidere se inoltrare una SOS

Antiriciclaggio, quello che il professionista deve sapere per decidere se inoltrare una SOS

La SOS è senz’altro l’obbligo madre della normativa AR (Antiriciclaggio) rispetto alla quale risultano propedeutici tutti gli altri adempimenti che la stessa normativa pone in capo ai professionisti. Del resto, non poteva essere diversamente considerato che la normativa AR è: una norma di contrasto e prevenzione del riciclaggio e del FDT (Finanziamento del Terrorismo), e che la segnalazione; uno strumento idoneo al raggiungimento di tale finalità. La decisione è individuale E’ importante porre attenzione ad…

Leggi di più

Antiriciclaggio: l’individuazione del responsabile degli adempimenti negli Studi Professionali

Antiriciclaggio: l’individuazione del responsabile degli adempimenti negli Studi Professionali

Potrebbe apparire strano ma ancora oggi, ad oltre 10 anni dall’entrata in vigore della disciplina antiriciclaggio, vi sono numerosi professionisti che mostrano reticenza nell’accettarne la convivenza. Questa ostilità, che spinge a non dedicare il giusto tempo all’assolvimento degli adempimenti in materia, è motivo di errato apprendimento di una normativa che, invece, se solo si accettasse di adempiere non per la paura di incorrere in sanzioni, ma bensì per la volontà di collaborare concretamente al tentativo…

Leggi di più

L’incarico all’agente immobiliare evita il comodo

L’incarico all’agente immobiliare evita il comodo

Ai fini dell’applicabilità della disciplina sulle società di comodo, non è verosimile che la decisione di tenere sfitto un immobile dipenda dalla volontà del contribuente.  Le decisioni della Commissione Tributaria Non può essere considerata di comodo la società che dimostra, tra l’altro, di aver regolarmente locato a un soggetto terzo l’immobile di proprietà. Inoltre, il provvedimento di diniego del Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate sulla disapplicazione della disciplina delle società di comodo è un atto…

Leggi di più

Il diritto al rimborso delle Euroritenute

Il diritto al rimborso delle Euroritenute

Sono molte le persone fisiche italiane che detengono all’estero, in modo particolare in Svizzera, attività finanziarie come quote partecipative o azioni. Tali attività generano proventi che, in alcuni casi a causa della complessità o incompatibilità delle disposizioni tributarie, potrebbero finire col subire un’imposizione fiscale superiore a quella normativamente prevista. Per evitare che questo accada è necessario che il percipiente presti particolare attenzione o comunque si rivolga a dei professionisti. La voluntary disclosure Un caso tipico…

Leggi di più
1 2 3